L’importanza della Protezione Solare per i più Piccoli

Protezione Solare BambiniLa pelle del bambino è sottile, fragile ed indifesa e quindi è sicuramente più a rischio di quella degli adulti. La protezione della pelle dei bimbi riveste un’importanza particolare a causa della scarsissima presenza di melanina, il pigmento che difende dalle scottature causate dai raggi UV che è alla base del fenomeno dell’abbronzatura.

Il sole è un nostro alleato, ma con le dovute precauzioni! Rinunciare al fine settimana al mare, in montagna, al lago per evadere la calura non solo è sbagliato, ma è anche difficile, soprattutto se si abita in città, dove l’afa è persistente.
Cosa fare, però, se si fa parte della categoria di mamme, sorelle, zie, che vorrebbe portare il prediletto pargolo fuori città, ma che tentenna al pensiero degli effetti del sole sulla pelle delicata del bambino?

Dobbiamo innanzitutto ricordare che il sole è indispensabile per la crescita del bambino, infatti i suo raggi favoriscono la formazione della vitamina D, che regola la calcificazione delle ossa.
Per questo è utile che il bambino, già dalle prime settimane di vita, venga esposto all’aria aperta con moderazione e ricordandosi sempre dell’importanza della protezione solare, per evitare scottature, prevenire eventuali rischi in età adulta e, perché no, educarlo all’accettazione di questo rituale indispensabile.

Ma quali caratteristiche deve avere un prodotto per essere adatto alla pelle del bambino?

Il fattore di protezione deve essere elevato: da un minimo di 30, anche se consigliamo sempre di utilizzare fin da subito, e per tutta la durata della vacanza, un fattore di protezione 50+. Il prodotto, inoltre, deve essere particolarmente adatto alle pelli sensibili e quindi ricco di proprietà emollienti, idratanti e nutritive, e con una buona resistenza all’acqua considerando che i bambini vi passano la maggior parte del tempo giocando o che comunque, per i più piccoli, la si utilizza per rinfrescarli dal calore.

Per questo Kallèis utilizza nei suoi prodotti il nuovo filtro APALIGHT, brevetto internazionale, che protegge fino al 18% in più dei solari tradizionali.
Un buon prodotto con azione mirata e non generica è il miglior amico delle mamme, ma non sono da sottovalutare alcune accortezze per trascorrere una vacanza serena ed in armonia, al riparo da ustioni o da febbre dell’ultimo minuto dovute a scottature o a scorpacciate di sole.

Ecco, quindi, alcuni consigli:

  • Evitare l’esposizione solare nelle ore centrali della giornata (dalle 12 alle 16)
  • Esporre i bambini al sole in modo graduale e progressivo
  • Idratare il bambino: fargli bere molta acqua e usare la frutta come snack di metà mattina o pomeridiano
  • Attenzione non solo ad acqua, ma anche a nuvole e vento: vi solleveranno dall’effetto calorifero del sole, ma in realtà i raggi UV sono sempre in agguato!
  • Dopo l’esposizione applicare una crema a base di antiossidanti per ripristinare il naturale equilibrio della pelle.

Con questi piccoli accorgimenti noterete dei benefici anche per voi mamme: la vostra abbronzatura sarà graduale e perdurerà a lungo nel tempo, mantenendo allo stesso tempo la vostra pelle giovane e proteggendola dall’invecchiamento precoce.
Avete già deciso dove trascorrere le vacanze estive? 😉

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>