Pelle Imperfetta? Grassa? Impura? Acne? Parliamone

Una Corretta Detersione Alla Base di TuttoCapricciose, irritabili, sensibili, sono accumunate tradizionalmente dall’aspetto lucido, oleoso e con presenza di lesioni spesso invalidanti. Eppure le pelli impure, grasse ed acneiche rappresentano nella realtà tre tipologie cutanee diverse e spesso le cause sono altrettanto distinte:

  • squilibri ormonali;
  • l’aggressione di agenti esterni fisico-chimici quali lo smog, il freddo, gli sbalzi di temperatura repentini, l’eccesso di esposizione al sole;
  • l’uso di agenti topici particolarmente aggressivi, infatti, nonostante il loro aspetto possa sembrare robusto e forte, queste pelli hanno bisogno di manovre estremamente delicate e prodotti dermato-cosmetici altamente specifici;
  • squilibri alimentari.

Proprio le cattive abitudini alimentari unite allo stress giocano particolarmente a sfavore: tanto che a soffrire di pelli impure, grasse ed acneiche non sono più solo le adolescenti ma anche le over 30 e 40.

La responsabilità di questo ritorno a una “pubertà cutanea” che si somma a rughe, segni d’espressione e rilassatezza cutanea, sembra sia da addebitare proprio allo stress che modificherebbe l’equilibrio ormonale, stimolando la produzione sebacea. Come dire, l’ennesimo tributo che le workaholics pagano per il loro stile di vita intenso e spesso irregolare.

Nei laboratori si è messa in moto da tempo una vera e propria task force dermato-cosmetica per sconfiggere il nemico!

I principi attivi formulati sono tanti:

  • vitamina E, idrolizzato di proteine della soia e dell’estratto di edera, AHA (alfa-idrossiacidi) e sostanze che riproducono il NMF cutaneo (Natural Mousturing Factor  o fattore di idratazione naturale del nostro organismo) per detossinare la pelle e rinforzarne il film idrolipidico protettivo;
  • estratti naturali di piante ed erbe, vitamine e biostimoline vegetali, che agiscono sinergicamente per rinfrescare, idratare, normalizzare l’epidermide, proteggendola dall’azione dei radicali liberi;
  • emulsionanti lipoproteici vegetali ricchi in fattori d’idratazione NMF e olio di Jojoba con effetti esfolianti, che stimolano il turnover cellulare e aiutano a mantenere la pelle più elastica e compatta, contrastando la formazione di rughe e segni d’espressione;
  • seboequilibranti con bioflavonoidi e biostimoline vegetali purificanti, depuranti, astringenti e sebonormalizzanti, che regolano la secrezione sebacea e gli inestetismi che ne derivano.
  • vitamine A e C per preservare l’elasticità della pelle.

Il problema è che sono molti i fattori che concorrono alle pelli impure e/o con acne. Per questo le risposte devono essere mirate e coordinate.
La pulizia della superficie cutanea con appropriati prodotti dermato-cosmetici che ne rispettino l’equilibrio idrolipidico e ne ripristino le capacità di difesa, resta la cura base per la pelle grassa: questo tipo di pelle deve essere perfettamente detersa e detossinata perché il sebo è terreno di sviluppo dei microbatteri che possono colonizzare le ghiandole sebacee ed innescare il meccanismo patogenetico di formazione dei brufoli.

L’epidermide va inoltre mantenuta sana con appositi scrub esfolianti, che rimuovono le cellule morte dallo strato superficiale delle pelle affinché non venga compromessa la regolare secrezione sebacea.

La pelle grassa si presenta tale o perché la secrezione delle ghiandole sebacee è aumentata rispetto alla norma o perché le  stesse ghiandole  sono maggiormente distribuite. Questa precisazione ha importanza rilevante sul trattamento da seguire in quanto nel primo caso, oltre a una corretta detersione, è di fondamentale importanza l’uso di creme di trattamento con vitamine E, A, C e uno stile alimentare povero di grassi, ricco di vitamine e sali minerali, regolare negli orari nel rispetto del ritmo biologico circadiano (andare a letto più o meno sempre alla stessa ora e così alzarsi al mattino).

Nel secondo caso, trovandoci di fronte ad una maggior secrezione sebacea per un aumento delle ghiandole stesse, è importante utilizzare prodotti sebo-regolatori che riprogrammano la pelle a produrre meno grassi, unitamente a trattamenti mirati con sostanze idratanti naturali per ripristinare il film idrolipidico, spesso danneggiato dall’uso dei prodotti troppo decisi che portano via, assieme al grasso anche l’acqua e il film di protezione naturale.

La pelle impura si presenta invece con zone chiaramente grasse e zone secche ( tipica è la cosiddetta zona a “T”, dove la fronte e la parte centrale del viso si presentano grasse mentre nelle rimanenti altre zone la cute si presenta secca o disidratata).
E’ più frequentemente riscontrabile nelle ragazze giovani ed è dovuta spesso ad uno squilibrio ormonale, comunque spesso di lieve entità, associato ad una scarsa e scorrettissima detersione e a un’alimentazione altrettanto scorretta. In questi casi è importante correggere la detersione, impostare un regime dietetico corretto e più naturale possibile ed imporre uno stile di vita salubre (niente fumo, quando possibile stare all’aperto, un ritmo sonno-veglia regolare, ecc.)

La pelle con tendenza acneica, infine, è il risultato di una patologia ben definita eziologicamente in quanto è uno stafilococco la causa scatenante il processo acneico. Nell’estetica si incontrano sia le lesioni acneiche attive che le cicatrici post-acneiche e in entrambi i casi l’inestetismo è molto invalidante, con importanti ripercussioni psicologiche e comportamentali. Spesso si consigliano trattamenti farmacologici a base di cortisonici e antibiotici topici che possono essere mal tollerati e, se non seguiti correttamente, possono dar luogo a numerosi casi di ricaduta.

E’ per questo che oggi il dermatologo cerca nei trattamenti di dermocosmesi una soluzione da affiancare a questi farmaci, per migliorare l’efficacia e l’osservanza della sua prescrizione. E’ altresì opportuno ricordare che spesso l’acne è causata da alterazioni ormonali quali la policistosi ovarica e, pertanto, è necessario un controllo da parte dello specialista ginecologo per valutare la presenza o meno di cisti ovariche. Lo stesso specialista richiederà, se necessario, l’assunzione di estro-progestinici che migliorano anche il processo acneico.

Non ultimo è utile ricordare che l’acne si può facilmente ripresentare anche dopo sospensione della pillola, perciò le regole d’oro per migliorare l’aspetto di una pelle a tendenza acneica restano sempre la corretta detersione mirata a rimuovere le cellule morte e i residui di sporco che chiudono i pori, l’uso di gel oil-free atti a regolarizzare la produzione di sebo e uno stile di vita sano e regolare.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>