Latte d’asina e legno di rosa,la seduzione vista da Cleopatra e Poppea

Poppea era la seconda moglie dell’imparatore Nerone e curava la sua bellezza con il latte d’asina.Lo conferma Plinio il Vecchio:”si pensa che il latte d’asina elimini le rughe dalla pelle del viso e la renda morbida e bianca. Si sa che certe donne vi si curano le gote sette volte al giorno. Fu Poppea ad inaugurare questa moda, facendone uso anche per il bagno. Per questo in viaggio, si portava dietro mandrie d’asine”

Inoltre Poppea non poteva rinunciare al suo profumo preferito, molto simile alla fragranza del nostro patchouli. Gli archeologi lo hanno scoperto analizzando il contenuto carbonizzato delle boccette di vetro che si trovavano nella sua villa di Oplontis, vicino a Pompei.

Nelle boccette e negli unguentari di Poppea, sono stati trovati anche , sotto forma di olii essenziali, residui di rosmarino e maggiorana.

Oltre ad essere indossati come profumi, erano farmaci ideali per curare gli stati infiammatori.

Anche la regina egizia  Cleopatra VII dedicava molto tempo alla cura del suo corpo,e probabilmente  fu autrice di un trattato di cosmesi e fu una grande estimatrice dei profumi.

Da recenti studi pare che Marco Antonio per omaggiare il suo sapere in materia, le avesse regalato una fabbrica di profumi che si trovava all’estremità sud del Mar Morto.

Dall’analisi dei vasi si sono ricostruite le tre fragranze più diffuse all’epoca:il regale “unguentum”(clamo, mirra, legno di rosa, balsamo maggiorana, spezie e altri fiori), il “susinum”(olio di lillà)il “ciprinum” (olio estratto dai fiori dell’henné cipriota e fragranza di limone).

Se vogliamo diventare grandi seduttrici basta leggere la storia!

1 commento su “Latte d’asina e legno di rosa,la seduzione vista da Cleopatra e Poppea

  1. volevo ringraziarla per aver contribuito con questo articolo alla corretta divulgazione delle informazioni sulle proprieta’ del latte d’asina per la pelle e dei cosmetici basati su questo latte.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>