Braccia a tutto sprint!

Volete  mettere un abito smanicato, lo indossate  e poi, aiuto ma che bracciavi ritrovate?!!!!

In un fisico femminile le braccia sono molto importanti ma, spesso, le sottovalutiamo a partire dagli esercizi che facciamo in palestra tutti, o buona parte, indirizzati ad altre parti del corpo.

Proprio al contrario degli uomini che puntano moltissimo su bicipiti e tricipiti per sentirsi molto machi, noi tendiamo a non dare peso all’aspetto delle nostre braccia, puntando magari solo sulla depilazione e, naturalmente, sulla cura delle mani che però è un discorso a parte.

Invece se c’è un particolare anatomico sgradevole da vedere, specialmente in estate, sono braccia tremolanti e atoniche, magari cicciottelle e poco definite. Non credete? Un bel décolleté non può prescindere da una bella forma di spalle e braccia.

Oggi via alla bonificazione delle braccia con dei semplici esercizi da fare in casa usando un semplice attrezzo che potrete trovare in tutti i negozi sportivi: gli elastici.

Esercizi per tonificare i bicipiti

Iniziamo con gli esercizi per tonificare i nostri bicipiti. Naturalmente come ausilio avrete i vostri elastici. Disponetevi a gamba leggermente divaricate (in linea con la larghezza delle spalle), e sistemate gli elastici sotto i vostri piedi, facendo in modo che le due estremità siano alla stessa lunghezza. Iniziate tenendo le braccia lungo il corpo, con i palmi delle mani rivolti internamente, quindi piegate i gomiti tirando gli elastici verso le spalle e ruotando le mani verso il corpo, il tutto mentre inspirerete. L’esercizio va eseguito tenendo i muscoli addominali contratti, così da non flettere il busto, che deve restare eretto. Riportate le braccia in posizione iniziale espirando e ripetete per 20 volte. Il massimo lo raggiungerete quando sarete in grado di eseguire tre cicli da 20 esercizi.

Esercizi per tonificare i tricipiti

Ed ecco gli esercizi per tonificare i tricipiti, sempre con i nostri elastici. Sistematevi in piedi sopra gli elastici, in modo che un’estremità sia più lunga dell’altra. Con la mano destra reggete il lato più corto, che arriverà più o meno a metà coscia. Il braccio sinistro, invece, sarà sollevato e ben aderente all’orecchio, con il gomito flesso e la mano dietro la schiena, che tira l’elastico. Muovendo solo l’avambraccio, dovrete piegare e raddrizzare il gomito, espirando quando il braccio sarà disteso. Eseguite 15 esercizi per braccio, arrivando fino a farne 3 cicli (sempre da 15).

Che ne dite ci proviamo?

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>