Cellulite: Ma Perchè? – Prima puntata

Se parliamo di nuova stagione e del desiderio di un corpo tonico e sodo, non possiamo non parlare di cellulite!

La cellulite è la nemica numero uno delle donne, nemico assolutamente democratico, magre o sovrappeso non fa differenze. Ce n’è per tutte!

È un problema complesso, causa di disagio per  molte donne, che và oltre gli inestetismi; è un vero e proprio processo infiammatorio che interessa l’ipoderma, cioè lo strato adiposo che si trova tra il derma cutaneo e i muscoli. È evolutiva, parte da una fase precoce, ‘edematosa” e, se non trattata, cresce via via, fino a diventare “sclerotica”.

La cellulite è un fenomeno complesso, ha bisogno di essere affrontato da tutti i punti di vista ed è sbagliato generalizzare. Per centrare l’obbiettivo è importante personalizzare la cura su ogni persona, in base allo stile di vita, lo stadio della cellulite, la situazione della pelle e le priorità della persona. Non esiste la bacchetta magica per questi problemi, non facciamoci incantare, ma POSSIAMO FARE QUALCOSA DI CONCRETO.

Cerchiamo però di capire meglio contro chi dobbiamo combattere, abbiamo pensato di farlo a puntate per non annoiarvi troppo.. oggi parliamo dell’origine: la cellulite parte dal profondo, dal tessuto adiposo sottocutaneo, sono le nostre cellule adipose (i famosi adipociti) che aumentano di volume perché si accumula un eccesso di grasso al loro interno, a volte aumentano anche di numero.

cellulite

Ecco il nostro adipocita che si trasforma, l’eccesso di grasso (verde) si accumula sempre di più, non viene trasformato in energia e invece di “bruciare” aumenta e comprime il nucleo (viola).

Cosa succede? Normalmente gli adipociti utilizzano il grasso e lo trasformano in energia ma a volte funzionano male e non “bruciano”, altre volte li alimentiamo troppo e non riescono a consumare tutto. Da li parte tutto..

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>