La bollente estate dell’hairstyle: capelli raccolti, lisci o wet.

Hairstyle 2014 KallèisCaldo, libertà, situazioni e occasioni più easy: ecco perché tra primavera ed estate prevale la voglia di portare i capelli raccolti. E il 2014 non fa eccezione, com’era stato preannunciato dai guru dell’hairstyle, anticipato sulle passerelle delle collezioni di moda e come oggi si osserva per strada.

  • Raccolto però non significa ‘banale’, oppure ‘povero’ e neppure a tutti i costi ‘classico': la fa  da protagonista infatti la voglia di giocare e sperimentare con texture, finiture e forme.
    Gli intrecci si spostano in collocazioni sorprendenti, sulla nuca o a delimitare la fronte, le ciocche e i ciuffi si nobilitano, plasmati dai fissanti fino per diventare elementi decorativi, a mo’ di rami secchi che ornano il viso o cornici che lo racchiudono.
    Anche le code di cavallo si evolvono e moltiplicano: alte, basse, tiratissime  o ultramorbide, laterali; comode il giorno, da sfoggiare la sera.
  • Ma se preferite l’altrettanto intramontabile chioma sciolta, buona e bella per ogni stagione, anche in questo caso la tendenza consiglia di cercare soluzioni fuori dall’ordinario, animando l’acconciatura di movimento e volume in lunghezza, alle radici o anche solo in punta.
  • Per i tagli corti e medi prevale ancora l’anima punk, fil rouge neppure troppo nascosto degli ultimi anni, riletto stagione dopo stagione affidandosi ad accorgimenti nuovi. Testa ancora scolpita, quindi, ma se si opta per uno stile più morbido meglio guardare ad acconciature elegantemente rétro.
  • E poi, oltre le annate e le mode, l’acconciatura estiva par excellence: l’effetto wet, il bagnato studiato che fa apparire come veneri appena emerse dalla piscina o dall’acqua dell’oceano. In realtà siete appena uscite dalla doccia? Che importa? Il tocco è sempre chic e civettuolo, a prova di caldo e di voglia d’impegnarsi davanti allo specchio!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>