Rughe? Le Italiane danno i Numeri

Antirughe KallèisIl tempo passa per tutte, ma i segni che lascia non sono sempre uguali. Variano le zone e il momento di comparsa, l’allarme che suscitano e soprattutto le reazioni.

Donne italiane e rughe: una recente ricerca, commissionata da un’importante multinazionale cosmetica e presentata in occasione del cinquantaduesimo congresso nazionale dell’Associazione Dermatologi Ospedalieri Italiani, svela i “dettagli” del rapporto tra le connazionali e le tracce d’invecchiamento per antonomasia. Il campione statistico coinvolto nello studio comprende donne tra 25 e 60 anni: il 24% nell’intervallo 25-34, il 31% 35-44 e infine il 45% fra 45 e 60, fascia d’età più interessata al problema.

Ammettere di avere le rughe, non è un problema quasi per nessuna: l’83% lo fa senza imbarazzi.
Dove compaiono i primi solchi? Per 4 su 10 intorno agli occhi, mentre il 35,7% li scopre sulla fronte. Ma quelli percepiti e vissuti come più fastidiosi, una volta stabilizzati, segnano occhi(46%), bocca (42,4%) e collo (38,9%), mentre la fronte attraversata da linee d’età procura particolare fastidio solo al 14% delle intervistate.

Qual è la reazione alla comparsa delle prime rughe? Per il 60% serena: le interessate le accettano, pur cercando di ridurle o posticiparle. Il 25,2 % dichiara invece di conviverci pacificamente, al contrario di un agguerrito 8,6% che sperimenta ogni mezzo per combatterle.
Anche nella scelta della strategia per la controffensiva l’approccio si presenta articolato, vario o, per una frazione nemmeno così ridotta, eventuale.

Il 65,5% del campione, infatti, presta attenzione all’esposizione al sole, il 60,4% utilizza una crema idratante, il 45,4% cura l’alimentazione e il 34,6% utilizza una crema antirughe specifica, mentre solo il 13,1% ricorre ai trattamenti dell’estetista. Ma due donne su dieci non fanno nulla.

Sufficiente appare l’informazione specifica su farmaci e principi efficaci: molto conosciuti acido ialuronico e retinolo. Sono ritenuti utili? Qui le donne italiane, dimostrando elevato senso pratico, coltivano poche illusioni: secondo il 56,6% non esiste nulla di davvero risolutivo, mentre per il 58,9 % le creme funzionano solo se adoperate per tempo, al primo comparire delle temute lineette.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>