Melasma: Macchia Ormonale della Pelle

melasma macchia ormonale gravidanzaMacchie della Pelle in Gravidanza

Il tema delle macchie è molto vasto a causa delle molteplici cause che portano alla comparsa di questi inestetismi. Nei post precedenti abbiamo trattato di macchie acneiche e di macchie solari, oggi ci concentreremo, invece, sulle macchie ormonali.

Anche queste ultime possono derivare dall’assunzione di farmaci fotosensibilizzanti ma, a differenza delle macchie di origine acneica, quelle di origine ormonale, più comunemente chiamate melasma, compaioni generalmente in gravidanza, in menopausa, per disturbi tiroidei o in seguito all’assunzione di contraccettivi orali.

Ciò accade perché gli ormoni provocano un’iper-attività dei melanociti, rendendoli particolarmente sensibili al sole ed in generale ai raggi ultravioletti. La macchia ormonale, però, può comparire anche senza la diretta esposizione al sole e per questo è molto particolare. La predisposizione genetica, per esempio, è un fattore che gioca un ruolo fondamentale nella determinazione del melasma. Sono i soggetti affetti da disturbi alla tiroide che tendono a manifestare il melasma con maggiore probabilità. Anche lo stress potrebbe favorire la comparsa delle macchie ormonali.
Questo è dovuto al ruolo da protagonista che svolge lo stress in quella che chiamiamo teoria psicosomatica e, per quanto possa sembrare strano, potrebbe incidere sull’iper-produzione di melanina.

Un’altra caratteristica del melasma è la sua durata: questo può essere, infatti, sia temporaneo che permanente. In entrambi i casi, sono disponibili alcuni trattamenti mirati in grado di depigmentare, ossia schiarire, la zona interessata.
I rimedi al melasma potrebbero richiedere tempi più lunghi del solito e proprio per questo, è fondamentale avere costanza nell’utilizzo dei trattamenti per massimizzarne l’efficacia. È fondamentale non perdersi d’animo e non interrompere le cure cosmetiche anche quando i risultati non sono immediati.

Per quanto riguarda i trattamenti consigliati, utilizzate una protezione solare durante il giorno, i filtri UVA e UVB proteggono la cute dai raggi solari, che potrebbero aggravare il melasma. Saltuariamente, per non stressare troppo la pelle, effettuate un micropeeling con creme contenenti acido glicolico, mi raccomando soltanto di sera, e successivamente stendete un velo della vostra crema schiarente depigmentante.

Per un risultato più immediato, ma non curativo, utilizzate una crema coprente che andrà a nascondere il disturbo facendovi sentire più a vostro agio. In questi casi, mi raccomando, utilizzate cosmetici di qualità e non formulati con sostanze irritanti, come i fondotinta minerali di Idun Minerals, perché la pelle affetta da melasma è già di per sè sensibilizzata.
Se l’inestetismo è temporaneo, il trattamento ne favorirà la scomparsa, se, invece, il melasma è permanente, aiuterà a schiarire gradualmente le zone più scure uniformando l’incarnato.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>