Arriva L’autunno: è il Momento dei Trattamenti Antiage

Trattamento Antiage in AutunnoL’autunno è la stagione per eccellenza di cura e prevenzione della pelle: le forti escursioni termiche durante il giorno, tipiche di questa stagione, e condizioni meteorologiche mutevoli sono causa di diversi e importanti inestetismi.

L’esposizione al sole, particolarmente accentuata durante l’estate, ha favorito la disidratazione della pelle, alterato l’omogeneicità del colorito cutaneo con formazione di macchie ipercromiche, comportato un’azione nociva di fotoinvecchiamento.

A questi danni si aggiunga che durante l’autunno, si riscontra molto frequentemente sia una disidratazione della pelle dovuta al freddo e al vento, sia un peggioramento dell’invecchiamento cutaneo dovuto essenzialmente all’inquinamento in-door (riscaldamento, scadente ricambio d’aria, ecc).

Tre i problemi fondamentali che dobbiamo affrontare e risolvere in questa stagione:

  1. le macchie solari
  2. il fotoinvecchiamento
  3. la disidratazione

Mentre nel primo caso sono opportune azioni mirate e trattamenti specifici, nelle altre due situazioni è necessario innanzitutto individuare le sostanze e i prodotti da utilizzare più adatti al nostro tipo di pelle e al suo stato di salute, quindi intraprendere un’azione antiage che si accompagni anche ad un’azione idratante.

Macchie solari

Al rientro dalle vacanze, tra settembre e novembre, può accadere che perdendo l’abbronzatura la pelle del viso risulti macchiata.
Le macchie solari sono un inestetismo alquanto comune, causate da una melanogenesi alterata e diseguale che si presenta in prevalenza al viso e decolté.
In questo caso è importante intervenire metodicamente con prodotti dermato-cosmetici schiarenti abbinati a peeling esfolianti, ricordando che accanto ad un’azione specifica per le ipercromie, si deve impostare una più vasta gamma di trattamenti mirati sia alla reidratazione che all’azione anti-età.
Tra i peeling più responsivi e meglio tollerati sono quelli a base di arbutina, acido cogico e acido azelaico che, oltre a svolgere un’azione levigante, favoriscono il ricambio cellulare della cute macchiata. E’ fondamentale sottoporsi con costanza e regolarità a trattamenti schiarenti per almeno due – tre mesi: le zone colpite dall’inestetismo andranno assolutamente difese dal sole, anche in autunno e in inverno, con filtri solari a protezione molto alta.
E’ poi raccomandabile utilizzare almeno due volte alla settimana, come perfezionamento della normale detersione del viso, uno scrub esfoliante che elimina in profondità le impurità della pelle aiutandola a rigenerarsi, rendendola più elastica e compatta, contrastando altresì la formazione di rughe e segni d’espressione.

Fotoinvecchiamento e disidratazione

Particolarmente importanti sono gli interventi a base di vitamina E, vitamina C e vitamina A, necessarie per una buona azione antiage, senza trascurare i prodotti dermo-cosmetici professionali con acido jaluronico, elastina e collagene.
Dobbiamo sempre tenere a mente che l’azione antiage di alcuni trattamenti estetici pone le corrette basi per ritardare l’invecchiamento cutaneo. Spesso sono consigliabili dai 25 anni in poi per modulare la consistenza cutanea, mantenere il rassodamento e arricchire il derma di sostanze cementanti che danno alla pelle la corretta “impalcatura o sostegno“, in particolar modo a livello del collo.
La cosmetologia oggi ha messo a punto degli ottimi prodotti come creme, sieri ed emulsioni, in grado di intervenire efficacemente sull’invecchiamento “intrinseco” o “estrinseco”.

L’invecchiamento “intrinseco” è quello dato dal fisiologico invecchiamento dovuto all’età: esteticamente si traduce in macchie senili, xeridermia, rughe o solchi più o meno evidenti, ipotonia e ipoelasticità cutanea, dovute alla graduale degenerazione delle fibre elastiche e del collagene.

Per invecchiamento estrinseco s’intende invece la somma dei fattori dell’invecchiamento intrinseco con fattori esterni quali:

  • i raggi solari
  • l’inquinamento atmosferico
  • uno stile di vita irregolare
  • una dieta povera di antiossidanti.

I prodotti antiage, antiossidanti e nutrienti, ricche di vitamine e principi attivi, ridonano tono migliorando la produzione di elastina e collagene, contrastano la secchezza e la perdita di elasticità, attenuano le rughe.
In più, il meccanismo d’azione di alcuni scavenger (antiossidanti) o antiradicali liberi, funziona anche come base ottimale di idratazione naturale. In tal senso è corretto sottolineare che una buona idratazione dell’organismo resta sempre la migliore arma sia di prevenzione che di cura per ogni tipo di problema legato alla pelle.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>